FISCO » Imposte indirette » Imposta di registro

Agevolazioni prima casa per emigranti o stranieri:come ottenerla?

1 settembre 2015 in Domande e risposte
Anche il cittadino italiano residente all'estero può acquistare la prima casa usufruendo di tutte le agevolazioni fiscali, a prescindere dalla sua ubicazione sul territorio nazionale. Non è necessario per l’acquirente stabilire entro diciotto mesi la residenza nel comune in cui è situato l’immobile acquistato.
Si ricordano che i  requisiti soggettivi e oggettivi dell’agevolazione riguardano:
1) la tipologia dell’immobile trasferito : deve trattarsi di una casa di abitazione avente caratteristiche non di lusso secondo i criteri di cui al D.M. 2 agosto 1969 valevoli sino al 31/12/2013 e dal 1° gennaio 2014,  non deve rientrare nelle categorie catastali A/1 (abitazioni di tipo signorile), A/8 (abitazioni in ville) o A/9 (castelli e palazzi).;
2) l’ubicazione dell’immobile : “l’immobile deve essere situato nel comune in cui l’acquirente abbia o stabilisca entro diciotto mesi dall’acquisto la propria residenza o, se diverso, in quello in cui l’acquirente svolge la propria attività ovvero, se trasferito all’estero per ragioni di lavoro, in quello in cui ha sede o esercita l’attività il soggetto da cui dipende ovvero, nel caso in cui l’acquirente sia cittadino italiano emigrato all’estero, che l’immobile sia acquistato come prima casa sul territorio italiano”;
in presenza dei requisiti soggettivi e oggettivi, l'agevolazione spetta anche a cittadini stranieri, indipendentemente dalla loro nazionalità, in quanto la legge non distingue tra cittadini italiani e non italiani.
 

Lascia un commento

Devi sessere loggato per lasciare un commento.

Il mio Studio Online - Demo Il mio Studio Online